Racconta la tua esperienza di scambi di coppia

Anniversario da cornuto.

by Giorgio cuckold - 3-1-2015

Salve sono Giorgio. sono già stato ospitato su queste pagine, con il racconto. La mia storia con Elisa. Chi a letto questo racconto conosce la mia storia, ma soprattutto conosce la mia vita da eterno cornuto e umiliato per la mia impotenza da parte di mia moglie.
Vi racconto in questo episodio ciò che e successo il 20 luglio 2014, giorno del mio 25esimo anniversario di matrimonio con Elisa. La domenica lei mi sveglia alle 9 dicendo.<> Michele e il suo giovane amante, molto autoritario, tutte le volte che viene a casa, comanda lui, mi riduce in nullità. <> Mi metto ai fornelli, cucino un buon ragù e un ottimo arrosto di vitello, alle 11 il tavolo e già apparecchiato. Elisa mi chiama in bagno, mi ordina di lavarla e profumarla. Ammiro il suo corpo nudo, mentre la lavo.
Sono preso da una forte eccitazione. Vorrei tanto scoparla, ma purtroppo a me questo piacere e negato, da quando durante la crociera del viaggio di nozze il mio cazzo non funzionò, da allora lei non mi a mai più permesso neppure di provarci, devo quindi accontentarmi di prepararla per il suo amante di turno.
Appena finito di lavarla Elisa mi ordina di andare in cucina a prendere un piattino e mi dice.<> Mi sego con gusto sborrando copiosamente dentro il piattino. < Era ormai prossimo l'arrivo di Michele. Lei si reca in camera e torna fuori con la borsa degli attrezzi per i nostri giochi erotici, che lei usa su di me per punirmi e umiliarmi davanti ai suoi amanti. Estrae dalla borsa un lungo strappon, una candela delle catene, e la solita gabbietta per rinchiudere dentro il mio uccello.
Mi chiedevo cosa intendesse fare, presto l'avrei capito. Ero molto eccitato, lei si accorse, lei si accorse e prese a colpirmi forte il cazzo con una cinghia, fino a farlo sgonfiare, mi dice. <> Immediatamente mi rinchiude l'uccello dentro la gabbietta. << Ecco, così stai calmo.>> Quindi prende lo strappon, con del nastro adesivo ci fissa la candela alla base, avevo capito casa intendeva fare.
Finita l'operazione, mi fa stendere per terra e lentamente mi infila nel culo la candela, fino alla base, legandolo a sua volta con delle corde attorno al mio corpo, per impedire che scivolasse fuori, poi mi lega al termosifone. Dopo pochi minuti arriva Michele, che vedendomi così conciato scoppia a ridere dicendo. <> Lei.<> Lui.<> Michele apre la torta, veramente particolare.<< Ecco la tua torta, auguri cornuto.>> Era una torta al cioccolato, con due corna sopra e la scritta 25 anni da cornuto.
Aveva comperato anche un capellino con le corna che mi mise in testa. <> Mia moglie abbassa i pantaloni di Michele e comincia a sbocchinarlo forte, al momento dell'orgasmo lo fa sborrare sul piattino mischiandola con la mia di prima. Li osservavo immobile col culo per aria, lei accese la candela dicendo.<> Mangiarono il pranzo da me preparato, accompagnato da un ottimo vino. Per me un piatto per terra e una scodella d'acqua, come il cane.
Di tutte le umiliazioni subite da mia moglie davanti ai suoi amanti, penso che questa sia la più pesante, ma la mia eccitazione era alle stelle. Il mio cazzo chiuso nella gabbietta mi faceva male.
Arrivò il momento del dolce. Michele taglia una fetta su un piatto, e ci versa sopra la sborra tenuta prima, mischiandola col dolce, mi mette il piatto davanti invitandomi a mangiare.<< questo e il tuo dolce, cornuto mangia.>> Un po' alla volta mando giù tutto, lo spumante lo bevono solo loro. Finito il pranzo nudi sul divano danno vita a una scopata furibonda seguita da un'incullata dopo. Come di consueto Michele scarica sul mio viso e in bocca le sue sborrate. Intanto la candela si era consumata. Decidono di uscire, io chiedo di essere liberato, ma con una risata Michele dice che sarò liberato al ritorno se lo riterrà opportuno. disteso per terra, legato al termosifone e col culo pieno attendo pazientemente il loro ritorno che avviene a tarda sera. Mia moglie mi libera, e posso finalmente correre in bagno per una sega liberatoria. Questo e successo il 20 luglio 2014, anniversario del 25esimo anno di matrimonio con Elisa, che lei e Michele anno definito l'anniversario del cornuto.
Umiliazione grande, ma piacere immenso. Giorgio cuckold.

Commenta questo racconto oppure proponi il tuo racconto
Leggi altre esperienze di coppia vere su AdultFriendFinder



Le storie di Giorgio cuckold sono tutte belle.
Leggendole mia moglie sta facendo di me uno dei più grandi cornuti e sottomessi al mondo, da oltre un anno non si fa più scopare da me ma solo dai suoi amanti, e mi dice che per uno come me e già un premio farmi assistere alle sue scopate.
L'ultimo mese e andata oltre, a ingabbiato il mio cazzo perché il suo ultimo amante non vuole che mi masturbi mentre la scopa e mi mette fuori dalla stanza a sentire i loro sospiri.
Che dolore per il mio uccello ingabbiato e che sofferenza in attesa della sega quando mi libera. A ragione Giorgio e un'umiliazione essere cornuto, ma anche un grande piacere. Armando 70.

inserito da armando 70 il 21-2-2015


Ma che racconto del ........

inserito da antonio il 5-2-2015


Buon compleanno da cornuto Giorgio.
Certo tu con la tua Elisa non ti annoi di certo, ma anche mia moglie dopo aver letto le tue storie non scherza più e mi sta facendo sempre più cornuto e maltrattato, e da ormai un mese non mi fa più scopare e mi sottomette sempre di più,

inserito da armando 70 il 1-2-2015


Il povero Giorgio continua a subire le umiliazioni da sua moglie Elisa e di suoi amanti e continua ad essere contento.
Ho fatto leggere a mia moglie le sue storie e stata entusiasta. Cosi a voluto provare con me a fare come fa Elisa. La sera chiama a casa il suo amante spiegandoci la cosa, lui naturalmente d'accordo. mi legano nudo al termo arredo della camera, mi insultano in tutte le maniere mentre scopano.
Il mio cazzo scoppia e sborro senza toccarmi, alla fine maltrattandomi mi spingono fuori dalla camera costringendomi ad ascoltare i loro gemiti e proibendomi di masturbarmi.
Ho scoperto un nuovo modo di essere cornuto, a ragione Giorgio non e male andando avanti chiederò a mia moglie di fare come Elisa. Voglio essere più cornuto e maltrattato. Vi racconterò qualche episodio prossimamente. Armando 70

inserito da armando 70 il 28-1-2015


Povero Giorgio. leggo tutti i racconti delle avventure con sua moglie Elisa, e trattato come un vero schiavo e un povero cornuto.
Io posso ritenermi fortunato. Mia moglie si mi mette le corna, però mi tratta benissimo. dopo le scopate con il suo amante a cui io regolarmente assisto alla fine una pompa o una sega per me c'è sempre. Armando 70.

inserito da armando 70 il 27-1-2015

Commenta questo racconto oppure proponi il tuo racconto

Commenta il racconto

Nome
Il mio commento:
Ultime ricerche: cornuto nozze racconto storie moglie comanda

Per informazioni pubblicitarie info@le-orge.com | Informazioni sulla privacy | Scambi banner
Segnalato da Eros Freeonline | Il Paradiso del Sesso