Racconta la tua esperienza di scambi di coppia

Gli odori di mia suocera

by Samuel - 25-10-2012

La mia ex suocera, era un tipo un po’ particolare.
Infatti, viveva praticamente separata in casa da anni, con il mio ex suocero. Passavano le giornate ad ignorarsi completamente, o meglio mia suocera ignora completamente mi suocero o al contrario a discutere su tutto, rinfacciandosi di tutto. Pur nonostante nessuno dei due se ne era mai andato.
In casa con loro vivevano ancora la sorella minore della mia ex moglie ed un fratello avuto in tarda età. In questa situazione riuscivano in qualche modo a vivere come se avessero in qualche modo raggiunto un equilibrio.
La mia ex suocera, era una persona semplice e parlava con un certa inflessione dialettale, aveva 57 anni, non era molto alta, un metro e sessantotto, circa, era un po’ pienotta, con una terza di seno abbondante e un culotto pronunciato, una pancia abbastanza vistosa e si vestiva in modo classico e semplice. Non era una gran fica, ma mi aveva sempre attratto fin da quando la conobbi la prima volta. Inoltre, cosa che a me non dispiaceva per nulla, era una donna molto pulita, sia verso la casa che verso se stessa.
Mia suocera aveva sempre avuto un buon rapporto e una certa confidenza con me, forse anche per il mio carattere, che da sempre è molto riservato.
Una sera io e mia moglie eravamo a cena da loro, come capitava spesso. Io dovevo andare in bagno, ma essendo il bagno occupato, andai nel bagno che usava sempre mia suocera e solo mia suocera, per quello che vi ho detto innanzi.
Mentre mi lavavo le mani mi cadettero gli occhi sul cestino della biancheria sporca di mia suocera e oltre vari panni notai un paio di collant color carne e un paio di mutane alte di color salmone. Non potetti trattenermi, presi i collant e cominciai quasi istintivamente ad odorarli mettendomeli su viso e l’idea che avevano velato le parti del corpo di mia suocera mi eccitava da morire. Odorai e baciai con ardore la parte dei collant che avevano velato i piedi ed il bacino di mia suocera.
Presi anche le mutande e le odorai, baciai e leccai dove le mutande avevano coperto la fica di mia suocera. Avevo il cazzo dritto e duro da far paura e mentre odoravo quegli indumenti, non potetti fare a meno di tirarmi una sega.
Scesi e dodo cenammo, ed io non riuscivo a non pensare agli odori di mia suocera, o come potesse essere fatta tutta nuda, ad un certo punto presi coraggio e con discrezione andai a cercare , con le mie gambe, le gambe di mia suocera che era seduta di fronte a me.
Poggiai le mie gambe addosso alle sue, ma non solo mia suocera accetto subito quel mio contatto, ma lo favoriva e lo contraccambiava. Passammo tutta la cena a cercarci con le gambe e i piedi restando tutti e due indifferenti e continuando a parlare del più e del meno.
Il mio cazzo mi faceva male per quanto spingesse dentro i pantaloni.
Finimmo di cenare e dopo il caffe, io e mia moglie salutammo e ce ne andammo, solo che io nel salutare mia suocera con il solito bacino sulla guancia, gli sussurrai “ ti desidero…” e lei sempre sussurrando e con discrezione, rispose. “anche io..”.
Tornammo a casa e io non facevo che pensare a mia suocera, ed ero eccitato. Appena in casa, in fatti mi avventai su mia moglie che accolse con pò di stupore e un po’ di piacere quella mia foga.
La mia ex moglie tra l’altro assomigliava molto di viso a mia sucera e anche lei era un po’ pienotta.
La baciai con foga, spogliandola e facendola mettere alla pecorina sul letto.
Mi spogliai velocemente e mi misi dietro mia moglie infilandogli di colpo il cazzo nella fica.
La cominciai a pompare di brutto, immaginando che al posto suo ci fosse mi suocera.
Mia moglie stava vivendo la mia foga con molto piacere e mi incitò più volte a pomparla più forte.
Ma io non vedevo a pecorina mia moglie, ma continuavo ad immaginare mia sucera.
La montai a lungo, dopo sfilai il cazzo dalla fica pelosa e grondante di mia moglie e con le mani gli allargai le chiappe. Le leccai il buco del culo, per poi riempirlo della mia saliva.
Mi rialzai puntandogli la mia cappella sul buco del culo. Mia moglie un po’ preoccupata per la foga con cui la stavo scopando, cerco di dire di fare piano. Ma non aveva neanche finito di dirlo, che gli feci entrare di colpo la cappella nel buco del culo e con un paio di colpi di reni gli schiantai il cazzo completamente nel culo. Mia moglie urlava per il dolore, ma io continuai in quella inculata selvaggia. Afferrai i fianchi di mia moglie con forza, quasi a bloccarla, cominciai ad incularmela infliggendogli dei colpi decisi nel culo.
Mia moglie continuava ad urlare e a supplicarmi di fare piano, mi insultò anche più volte.
Io per tutta risposta gli dissi solo.. “Puttana!... ti spacco il culo!”.. e cominciai ad incularla con dei colpi sempre più forti, tenendola per le spalle a schiacciarla sul letto. La stavo inculando veramente a sfondarla , come non avevo mai fatto.
Mia moglie oltre a urlare comincio anche a piangere, ma con la voce strozzata ebbe la forza di dirmi” Sii… spaccami il culo!.. sono la tua cagna!... ti amo…ti amo..”
Le venni nel culo afferrandola per le chiappe e allargandogliele e dandogli un ultimo e fortissimo colpo di reni.
Restai così per un po’, con mia moglie a pecora e a chiappe larghe lasciando che il mio cazzo si sgonfiasse dentro il suo culo. Mia moglie stava in silenzio esausta e spossata. Non avevo mai scopato mia moglie così, ma la cosa mi era piaciuta e non contento sempre tenendo le chiappe larghe a mia moglie le pisciai nel culo pensando sempre a mia sucera. Mia moglie, con mio stupore accettò tutto senza mai obbiettare. Anzi, si posizionò il meglio possibile con il bacino per farsi riempire. Le sfilai poi il cazzo dal culo tappandogli il buco del culo con la sua maglietta che era rimasta lì sul letto. Mia moglie tenendosi la maglietta sul culo, corse a chiappe strette in bagno e dopo aver evacuato ed essersi lavata, tornò da me con aria stralunata e mi baciò dicendo “Ti amo”…”sono tua..”… “ fammi quello che vuoi”…
Bene!.. Così grazie a mia suocera e ai suio odori avevo scoperto il lato vero di mia moglie e ora oltre a scopare mia moglie come desideravo aspettavo con ansia di avere tra le mani mia suocera.
Samuel
Samuel.lupi@yahoo.it

Commenta questo racconto oppure proponi il tuo racconto
Leggi altre esperienze di coppia vere su AdultFriendFinder



E stata una bellissima storia ance io ho avuto il piacete di odotrare.la biancheria intima di mia suocera e devo dire che e stato veramente eccitante. MI SONO ACCORTO ADESSO DINON SVERE SOLO IO QUESTA MANIADI SCOPARMI LA SUOCERA

inserito da raf il 24-7-2013

Commenta questo racconto oppure proponi il tuo racconto

Commenta il racconto

Nome
Il mio commento:
Ultime ricerche: storie vere di scambisti racc porno di suocera racconti erotici puzza racconti di sesso con suocera racconti porno di mia suocera racconti eros mia sorella vedova racconti erotici la suocera contadina i collant di nonna racconti sto inculando mia suocera alla pecorina racconti erotici matrigna racconti erotici cesto biancheria racconti erotici con contadine dalla figa pelosa suocere molto pelose racconti suoceri racconti erotici donne vogliose a cormons racconti erotici mia nonna vecchia racconto erotico di frustaie medioevali racconti xxx la nonna aveva i collant racconti orge prive culo in crociera con nonna racconti racconti xxx dovevo aiutare la vecchia nonna racconti xxx dovevo accudire la nonna racconti erotici con donne pelose racconti erotici culo di nonna racconti vecchia donna vogliosa racconto erotici il culo della sorella da solo con mia suocera a scopare racconti schiavo odore suocera puzza racconti erotici pornoracconti di suocere

Per informazioni pubblicitarie info@le-orge.com | Informazioni sulla privacy | Scambi banner
Segnalato da Eros Freeonline | Il Paradiso del Sesso